• Pappa Reale Monaci Cistercensi

Pappa Reale Monaci Cistercensi

  • Codice articolo: P00285918
  • Disponibilità: 0
  • Non disponibile
Consegna in 48/72 ore
Transazione sicura
Politica di reso
Garanzia
Invia ad un amico tramite

La gelatina reale (o Pappa Reale) è stato il prodotto più misterioso e sconosciuto delle api sino a che illustri medici hanno constatato che la pappa dell’ape regina stimola l’appetito e la crescita dei bambini normalizza l’attività ovarica, rigenera le funzioni sessuali, elimina l’astenia fisica e psichica facilitando il lavoro intellettuale e muscolare, riduce l'obesità e rallenta quei fenomeni di involuzione che sono propri della senescenza.

La pappa reale è una secrezione delle ghiandole sopra cerebrali delle api nutrici. Si tratta di una sostanza di natura proteica, la cui produzione è conseguenza di una supernutrizione di polline da parte delle nutrici.

Il polline quindi è la materia prima della gelatina reale che, addizionando al miele altre sostanze non ancora tutte conosciute, permettono alla regina di acquistare e conservare per tutta la vita la possibilità di ovificare, possibilità negata alle api operaie che pertanto risultano sterili.

Valore Alimentare Biologico: il mondo scientifico ha studiato ed analizzato nei vari pollini la presenza di sostanze, meravigliosamente equilibrate, ad alto valore alimentare e biologico quali: sali minerali, zuccheri, grassi, aminoacidi, vitamine, ormoni e sostanze proteiche

Secondo studi e ricerche di molti scienziati, e come recentemente dichiarato recentemente in televisione dal prof. Gosta Carisson, è stato constatato con sicurezza che nei granuli di polline c’è la presenza delle sostanze biologicamente più nobili quali sono l’RNA (ACIDO RIBONUCLEICO) e DNA (ACIDO DESOSSIRIBONUCLEICO) che, come è ben noto, sono la base della materia vivente. Il polline è dunque un alimento azotato, ricco, attiva effetti spettacolari del quale sono stati soggetti bambini denutriti e adulti dimagriti per disfunzioni o insufficienze organiche.

Recentemente è stato dimostrato da studiosi Svedesi (Ask-Upmark-Gosta Carisson ed altri), che il polline RIDONA VIGORE ALLE PERSONE ANZIANE, A SOGGETTI PARTICOLARMENTE MENTALMENTE IMPEGNATI, FORNISCE RESISTENZA ALLE INFEZIONI E ALLE MALATTIE, COMBATTE EFFICACEMENTE LA EMICRANIA, L’IPERTENSIONE, L’INFLUENZA GLI STATI NERVOSI E DI ANSIA, ELIMINA L'IMPURITÀ DELLA PELLE E RINGIOVANISCE L'ORGANISMO DEBILITATO.

Ma soprattutto guarisce la prostatite, una malattia che colpisce il 35% degli uomini oltre i 40 anni.

Presentazione: il polline è presentato nel suo stato naturale e nei suoi colori normali senza alcuna trasformazione, tal quale le api lo hanno raccolto, viene solo deumidificatore allo scopo di assicurarne la perfetta conservazione. E’ dunque un alimento vivo che conservare integra tutte le sue prerogative.

Utilizzazione posologia: il polline è bene scioglierlo nel liquidò preferito: acqua, latte, bevande naturali (limonate, lanciate, tamarindo, eccetera.) addolcendo con miele genuino, o addizionato a minestre tiepide.

Dose: da un cucchiaino ad un cucchiaio al giorno.

Nei disturbi della prostata come cura preventiva basta un cucchiaio al giorno; come cura in atto si inizia con un buon cucchiaio e si va man mano riducendo col diminuire di disturbi. Qui è la costante continuità che conta.

L'addizione quotidiana di polline al nutrimento abituale, completa la razione giornaliera riequilibrando l'insieme dell'organismo con l'apporto dei suoi elementi indispensabili alla vita. E, ecco perché ne traggono vantaggio in modo particolare i bambini e tutti coloro che hanno superato la cinquantina.

Somministrazione: una fiala ogni mattina a digiuno dopo averla agitata.

.