Proprietà e benefici dell’erba acetosa

il 06/04/2020 . 0 Commenti.

​L’erba acetosa è una pianta spontanea commestibile molto diffusa su tutto il territorio italiano. La si può trovare nei prati, lungo le strade di campagna, i sentieri di montagna, ma anche nei giardini o nell’orto domestico. Cresce ancora più facilmente nei terreni fertili, molto umidi e ricchi di azoto.
Si tratta di una pianta erbacea, perenne, provvista di una grossa radice, dalla quale, in primavera, si sviluppa un fusto eretto, semplice o poco ramificato di colore rossastro, può raggiungere l'altezza di un metro.

La pianta contiene vitamina C ed è ricca di ossalato di ferro, acido ossalico, ferro, potassio e clorofilla.

Questo la rende una pianta benefica per la salute; le sue proprietà in particolare sono: antiscorbutiche, depurative digestive diuretiche, emmenagoghe, lassative, rinfrescanti.

Le foglie dell'acetosa possono venire mangiate come fossero spinaci, cioè dopo averle lessate, oppure possono venire aggiunte alle minestre. Un accorgimento per rendere questa verdura più gradita consiste nel cambiare l'acqua, una volta, durante la cottura, in modo da ridurre il tipico sapore acidulo. Le foglie tenere possono anche venir mangiate crude in insalata, possono essere utilizzate per una specialissima zuppa di mele o anche, tritate, per insaporire piatto speziati. Sono ottime anche saltate in padella come contorno per carni e pesce.

Le foglie essiccate invece sono ideali per un’ottima tisana depurativa.

Basta portare a bollore la quantità di acqua pari ad una tazza da tè. Spegnere e aggiungere un cucchiaino di tisana. Lasciare in infusione per 10-15 minuti tenendo coperto. Filtrare e bere sempre calda, 2-3 tazze al giorno lontano dai pasti.

I cataplasmi delle foglie fresche sono un ottimo rimedio per le irritazioni della pelle e le punture di insetti. Mentre il pediluvio con il decotto di acetosa è utile per decongestionare e favorire la circolazione sanguigna dei piedi.

La radice è utilizzata per la cura crampi e come rimedio naturale per il mal di gola. Per l’alto contenuto di calcio il consumo di acetosa è sconsigliato però per chiunque soffra di calcolosi renale.

Tags: Erba acetosa, erboristeria, benessere Ultimo aggiornamento: 06/04/2020

Commenti

Lascia un commento

Scrivi una risposta

* Nome:
* E-mail: (Non pubblicata)
   Sito web: (Indirizzo con http://)
* Commento: