Proprietà e benefici della Calendula

il 06/02/2019 . 0 Commenti.

La calendula(Calendula officinalis), è una pianta erbacea perenne della famiglia delle Compositae dai caratteristici fiori giallo-arancio. 

Originaria dell’Egitto, è nota fin dall’epoca romana per le sue benefiche proprietà. Il suo nome potrebbe derivare dal latino “calendae”, il primo giorno del mese, poiché fiorisce il primo giorno di ogni mese oppure perché i suoi fiori si aprono al mattino chiudendosi al tramonto.
Si tratta di un rimedio naturaledei più utilizzati in fitoterapia, adatto in molte situazioni.
Scopriamo allora insieme le proprietà e i benefici della calendula:
Questa pianta ha doti antinfiammatorie, lenitive e cicatrizzanti, per cui può efficacemente essere utilizzata per tutte le problematiche della pelle: punture di insetti, scottature, piccole ferite, screpolature, infiammazioni, eritemi, geloni, ecc. Può essere d’aiuto in caso di prurito, per decongestionare la pelle e per ridurre edemi e gonfiori, in caso di pelle secca, screpolata o con couperose.
 
La calendula è anche un antisettico naturale, che disinfetta e distrugge microrganismi nocivi come batteri e virus.
È anche un valido antidolorifico, antispasmodico e un regolatore naturale del ciclo mestruale, di cui calma anche i dolori. Infine, ha doti digestive e protettive della mucosa gastrica.
 
Tutte queste benefiche proprietà derivano dalla ricchezza di principi attivi in essa contenuti, come vitamina C, olii essenziali, flavonoidi, polisaccaridi, resina, mucillagine, carotenoidi, triterpenoidi e saponine.
Perciò, in qualsiasi casa non dovrebbero mai mancare dei fiori secchi di calendula, con cui preparare infusi, tintura madre o pomate. Si tratta di un rimedio molto versatile, adatto anche ai bambini. L’unica controindicazione è che può non essere ben tollerata da chi soffre di allergie all’ambrosia o ad altre piante della famiglia delle Compositae.
 
Con i fiori di calendula, ad esempio, si possono realizzare le seguentiformulazioni:
Crema a base di calendula: metti a macerare due cucchiai di fiori di calendula dentro un barattolo di vetro con 50 grammi di olio d’oliva per cinque giorni, tenendolo ben chiuso e al sole. Ogni tanto agitarlo per rimescolarne il contenuto.
 
Infuso di calendula per uso interno: metti in infusione in una tazza d’acqua bollente un cucchiaio di fiori di calendula, copri e lascia in infusione per circa 10 minuti, dopo di che filtra e bevi.
 
Tintura madre: poni a macerare 20 grammi di fiori freschi in 50 cl di alcool a 60° per circa 7 giorni. Filtra e utilizza all’occorrenza.
 
Porta subito a casa tua le benefiche proprietà della calendula, la puoi trovare qui: Fiori di Calendula
E se hai dubbi o curiosità su questo argomento, non esitare a contattarci, lo staff dell’Antica Farmacia Orlandi ti risponderà con vero piacere. 
Tags: Calendula, Erboristeria, Piante Ultimo aggiornamento: 06/02/2019

Commenti

Lascia un commento

Scrivi una risposta

* Nome:
* E-mail: (Non pubblicata)
   Sito web: (Indirizzo con http://)
* Commento: