Proprietà e benefici del'Idraste

in Erboristeria il 29/11/2019 . 0 Commenti.

L’idraste è una pianta che, da sempre, cresce spontaneamente nelle foreste ombrose ed umide del Nord America. In seguito venne coltivata anche in Europa, specialmente in Inghilterra, Russia, Svizzera, Austria, Estonia, e Cecoslovacchia. Storicamente l’Idraste veniva utilizzata dai nativi americani come erba medicinale, per l’attività antinfiammatoria diretta nei confronti delle mucose respiratorie, gastro-enteriche ed urogenitali. Furono proprio, gli Indiani Cherokee, i quali la preferivano come medicamento attivo contro le emorragie, a trasmettere questa conoscenza agli Europei.

Nella medicina europea venne introdotta dapprima in Inghilterra intorno al 1861, poi in Germania nel 1883, dove trovò impiego specialmente in campo ginecologico e, in particolare, nelle meno e metrorragie e nei disturbi dismenorroici. La pianta si caratterizza, infatti, per le proprietà vasocostrittrici, emostatiche ed ipertensive e il suo estratto fluido viene usato in medicina come emostatico uterino.

Ma è utilizzata anche per tanto altro.  Infatti gli alcaloidi, contenuti nella radice dell'idraste (idrastina, berberina, berberastina, canadina, candalina e cannadalina) hanno tantissime proprietà; insieme a fitosteroli, lipidi, acido cloro genico, olio essenziale, resine e glucidi, vitamine A, B e C e sali minerali, finanche il fosforo.

Ad oggi, grazie ai suoi innumerevoli principi attivi, sia l’uso tradizionale che numerosi studi sperimentali hanno attribuito all’idraste una molteplice capacità curativa.

Antibiotico. La sua capacità antibatterica risulta estendibile anche a differenti funghi e parassiti. In particolare l’Idraste si è rivelata molto efficace nei confronti della Leishmaniosi cutanea.

Immunostimolante. Recenti studi hanno dimostrato anche la capacità della Berberina di stimolare l’espressione di geni coinvolti nell’attivazione e nell’innesco della risposta immunitaria innata.

Anticancerogena. Seppur non ancora caratterizzata, studi molecolari dimostrano come i principi attivi contenuti nell’idraste possano facilmente regolare l’espressione di differenti geni coinvolti nel controllo dei meccanismi di proliferazione e differenziazione cellulare.

Cicatrizzante. La pianta si caratterizza per le sue proprietà curative negli esiti cicatriziali.  Ecco perché i nativi Americani applicavano topicamente la pianta su ferite e lesioni cutanee.

Se ne sconsiglia l'uso in gravidanza, soprattutto durante l'allattamento. In ogni caso l'idraste ha una serie di effetti collaterali e va utilizzato solo per brevi periodi. Se volete qualche consiglio in più potete tranquillamente contattare il nostro staff!

Tags: piante, erboristeria, idraste Ultimo aggiornamento: 29/11/2019

Commenti

Lascia un commento

Scrivi una risposta

* Nome:
* E-mail: (Non pubblicata)
   Sito web: (Indirizzo con http://)
* Commento: