Difenditi dai Raggi UV con la protezione solare giusta per te

il 13/07/2020 . 0 Commenti.

Giunta l’estate, giunta la voglia di mare e di una pelle più scura.

Tanti di noi, specialmente dopo la quarantena, non vedono l’ora di passare intere giornate al mare, in spiaggia e di poter poi sfoggiare la propria abbronzatura sia la sera che quando si ritorna al lavoro.

Per farlo però è necessario proteggere le propria pelle, tenendo conto del fatto che, se non lo facciamo, incorriamo in diversi pericoli, derivanti dai raggi UV, quali:

  • scottature;
  • invecchiamento più rapido della pelle;
  • abbronzatura nota come "occasionale", in quanto va via molto più velocemente e in maniera disomogenea.

Le protezioni solari sono dotate di filtri: gli SPF, ovvero i Sun Protector Factors, che sono presenti su tutte le confezioni e rappresentano gli Indici di  Protezione solare. Li si può distinguere in:

  • Filtri Chimici : che assorbono il raggio e lo trasformano in raggio meno energetico;
  • Filtri Fisici : che assorbono il raggio e lo restituiscono.

È molto importante saper scegliere il grado di protezione in base alle proprie esigenze:

  • Da 6 a 10 sono protezioni solari basse;
  • Da 15 a 20 sono protezioni solari medie;
  • Da 30 a 50 sono protezioni solari alte e molto alte .

 In realtà, le proprie esigenze vanno valutate in base al proprio fototipo. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Fototipo: qual è il mio?

Sul sito del ministero della salute viene data la possibilità di conoscere il proprio fototipo rispondendo a poche domande: Clicca qui.

Il fototipo rappresenta quindi un insieme di caratteristiche proprie dell’individuo, grazie alle quali si può comprendere quanto tempo la propria pelle può restare esposta ai raggi solari.

I fototipi si identificano con i numeri da 1 a 6, e maggiore sarà il proprio fototipo, maggiore sarà il tempo di esposizione sopportabile e, di conseguenza, si può scegliere una protezione solare con grado di protezione più basso.

Vogliamo però spostare per un attimo l’attenzione su un aspetto molto importante: anche se si ha un fototipo di livello 6, è comunque importante utilizzare sempre una protezione solare indicata, non esporsi per troppo tempo al sole, specialmente nelle ore di punta (dalle 11 alle 15) e prendersi sempre delle pause, mettendosi all’ombra ogni tanto.

Diciamo questo anche perché la possibilità di sviluppare un melanoma non è correlata esclusivamente al fototipo, ma è generalmente conseguenza di un insieme di fattori di rischio, tra cui c’è sicuramente anche il fototipo, insieme però anche a familiarità, al numero di nei, al tempo di esposizione e alle scottature solari avute in adolescenza e da bambini.

Se hai dubbi o curiosità su questo argomento, contattaci, il nostro team di professionisti è a tua totale disposizione.

Tags: Solari, Pelle, benessere, Abbronzatura, Estate Ultimo aggiornamento: 13/07/2020

Commenti

Lascia un commento

Scrivi una risposta

* Nome:
* E-mail: (Non pubblicata)
   Sito web: (Indirizzo con http://)
* Commento: