Spedizione gratuita in Italia - ordine minimo 24,90€

Acetone nei bambini

Acetone nei bambini
06 ott 2021

Indice

  1. A cosa è dovuto
  2. Come riconoscere l'acetone nei bambini
  3. Cosa fare in caso di acetone nel bambinio

L’acetone è una condizione metabolica che si presenta quando l’organismo umano non riesce a utilizzare gli zuccheri come fonte per produrre energia e inizia a utilizzare i grassi come fonte alternativa.

A cosa è dovuto

È ritenuto un disturbo abbastanza diffuso durante l'infanzia, che si palesa soprattutto quando nel piccolo si palesa una carenza di zuccheri, fonte principale di energia. Infatti, si manifesta spesso dopo digiuni prolungati, a volte dovuti a febbre o a disturbi dell’apparato digerente.

Come anticipato, il corpo del piccolo è così costretto a bruciare i grassi, fino a produrre, a livello del fegato, elementi di scarto come i corpi chetonici, ovvero l'acetone, l'acido acetoacetico e l'acido beta-idrossibutirrico che, se prodotti in eccesso, possono causare uno stato di acidosi o acetonemia.

Come riconoscere l'acetone nei bambini

L’acetone è spesso un disturbo momentaneo, che va via in tempi brevi e che si riconosce dai sintomi come:

  • Mal di pancia e mal di testa;
  • Vomito;
  • Spossatezza e pallore;
  • Alito cattivo.

Quest’ultimo è il primo sintomo nei bambini: i corpi chetonici in eccesso finiscono sia nelle vie aeree che nelle urine, emanando, per l’appunto,un odore di acetone, molto simile a quello della frutta matura. Altri sintomi possono essere:

  • Occhiaie;
  • Respiro profondo e frequente;
  • Lingua bianca asciutta e patinosa;
  • Diarrea.

Cosa fare in caso di acetone nel bambini

Spesso la correzione di una dieta sregolata può risolvere il disturbo ed evitare l’assunzione di farmaci specifici.

La alimentazione giusta per trattare l’acetone è priva di grassi e consta di una costante e abbondante reintegrazione dei liquidi persi con il vomito, oltre a quella degli zuccheri, da garantire grazie a spremute e succhi di frutta da assumere quotidianamente.

Gli alimenti migliori sono:

  • Marmellate, frutta e verdura.
  • Pasta, pane, fette biscottate, riso.
  • Pesce e carni bianche.

È meglio tenere alla larga, per un po’, alimenti nocivi in queste condizioni di salute, quali latte intero, formaggi, gelati, burro, cioccolata, merende confezionate, insaccati, carni rosse grasse, patatine fritte e pizza.

Se desideri approfondire l’argomento oppure porre semplicemente qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

Tag Acetone, Bambini