Spedizione gratuita in Italia - ordine minimo 24,90€

Ipersudorazione

Ipersudorazione
23 nov 2021

Indice

  1. Cos'è l'ipersudorazione?
  2. Quali sono le cause dell'ipersudorazione?
  3. Rimedi per l'ipersudorazione

Cos'è l'ipersudorazione?

L'ipersudorazione, anche detta iperidrosi, è un'eccessiva emissione di sudore dalle ghiandole sudoripare. Sudare è un fenomeno normale, fisiologico, che risponde all'esigenza di mantenere stabile a 37 gradi centigradi la temperatura del nostro corpo. Le circa tre milioni di ghiandole sudoripare presenti nel nostro organismo sono regolate dal sistema nervoso simpatico. Quando c'è un malfunzionamento nel meccanismo di controllo della sudorazione, possiamo assistere all'ipersudorazione. Essa di solito si manifesta in parti specifiche del corpo come le ascelle, le mani, le cosce, i piedi e il tronco.

Quali sono le cause dell'ipersudorazione?

A volte l'eccessiva sudorazione è causata da altre patologie come l'obesità, l'ipotiroidismo, disfunzioni ormonali o malattie psichiatriche. Più spesso, però, non si conoscono le cause di questo disturbo.

Rimedi per l'ipersudorazione

Per cercare di arginare il problema esistono vari tipi di rimedi:

  • antitraspiranti: vanno usati nei casi più lievi. Sono prodotti a base soprattutto di cloruro di alluminio, che può alleviare l'eccessiva sudorazione di ascelle e tronco.
  • terapia chirurgica: nei casi più gravi, che compromettono anche la sfera dei rapporti personali intaccando la fiducia in se stesso del paziente, si può ricorrere a un'operazione per aspirare attraverso liposuzione le ghiandole sudoripare dalle ascelle. Questa terapia non dà, di norma, risultati soddisfacenti.
  • simpatectomia percutanea: si raggiunge il nervo simpatico con un ago introdotto tra le scapole (sotto controllo radiologo) per procurare ad esso lesioni con varie tecniche. E' una tecnica poco invasiva ma ha alcune controindicazioni come la lesione irreversibile del ganglio. Occorre inoltre una precisione millimetrica.
  • tossina botulinica: essa viene iniettata più volte all'anno sottopelle al fine di bloccare il rilascio di acetilcolina, un neurotrasmettitore che agisce a livello delle sinapsi. E' efficacesolo nella zona in cui viene iniettata la tossina, con un netto miglioramento della condizioni di partenza.

Tag Ipersudorazione