Conosci la Schisandra?

in Erboristeria il 10/10/2019 . 0 Commenti.

​La Schisandra chinensis è un arbusto nativo orientale, diffuso soprattutto nel Nord-est della Cina ed in Corea, ma presente anche in Russia; cresce principalmente su suoli ricchi di humus, dove dà origine a piccoli frutti rossi, simili a bacche. Questi frutti vengono consumati soprattutto come frutta secca oppure come infusi per tè, vini ed altre bevande.

La schisandra è considerata una pianta adattogena, ossia una pianta capace di aumentare la resistenza dell'organismo sia dal punto di vista fisico che psichico.

Principi attivi della schisandra

I principi attivi della schisandra comprendono:

  • Lignina: schizandrina, deossischizandrina, gomosina e deossigomisina
  • Oli essenziali
  • Acido citrico
  • Acido malico
  • Vitamine: A, C, E
  • Alcaloidi
  • Antiossidanti

Effetti benefici della schisandra

Come detto, la schisandra è una pianta che migliora il benessere dell'organismo umano da molti punti di vista. Vediamo nel dettaglio i suoi maggiori benefici:

  • Aumenta la resistenza allo stress
  • Stimola il sistema nervoso centrale
  • È un vasodilatatore che normalizzante la pressione sanguigna
  • Migliora le difese immunitarie
  • È un ottimo antiossidante
  • Ha proprietà antitussive ed espettoranti
  • È un antibatterico naturale
  • Regolarizza il pH gastrico
  • Regola il rilascio degli acidi gastrici
  • Migliora i riflessi, la resistenza e la capacità lavorativa negli individui sani
  • Previene i problemi epatici grazie alle sue forti concentrazioni di lignina
  • Per le sue proprietà antiossidanti e protettive della cellula epatica, è utile per ridurre le tossine prodotte dall'intensa attività fisica
  • Ridice le concentrazioni ematiche di transaminasi
  • Aumenta l'attività epatica dell'enzima antiossidante Glutatione: riduce gli effetti deleteri delle epatotossine e nel previene la degenerazione funzionale e biologica degli epatociti
  • Normalizza la sudorazione combattendo l'iperidrosi
  • È efficace contro i batteri connessi con disturbi polmonari
  • Migliora l'aspetto della pelle grazie alla forte presenza, tra i suoi principi attivi, di Vitamina A ed E
  • Previene le patologie neurodegenerative, rallentando l'invecchiamento cellulare

Come consumare la schisandra

Come detto, la schisandra è una pianta i cui frutti possono essere mangiati senza pericolo. Ecco tutti i modi in cui possiamo assimilare le incredibili proprietà benefiche di questa pianta:

  • Frutta secca
  • Decotti
  • Estratti
  • Succhi
  • Infusi
  • Integratori, sia in sciroppo che in capsule

Eventuali effetti collaterali

La letteratura scientifica non ha riscontrato effetti collaterali importanti: assumere la schisandra potrebbe provocare, talvolta, pirosi gastrica, dispepsia, diarrea, inappetenza e nausea. In casi davvero molto rari sono stati riscontrati ipoglicemia, sanguinamenti, cefalee e reazioni allergiche.

Chiedi al tuo farmacista di indicarti gli integratori contenenti schisandra e le dosi da assumere.

Tags: piante, erboristeria, schisandra Ultimo aggiornamento: 10/10/2019

Commenti

Lascia un commento

Scrivi una risposta

* Nome:
* E-mail: (Non pubblicata)
   Sito web: (Indirizzo con http://)
* Commento: